Albugnano d’Asti. San Giacomo Maggiore. Concerto di musica classica.

10
Giu
Albugnano d’Asti. San Giacomo Maggiore. Concerto di musica classica.
21:00
10-06-17

Comune di Albugnano d’Asti

Chiesa parrocchiale di San Giacomo

CONCERTO

M¬į. Prof. Paolo Dav√≤ ‚Äď organista

Patrizia Giuliani ‚Äď ¬†soprano

Enzo  Rosso Рtenore

Ingresso libero

L’organo della chiesa parrocchiale di San Giacomo Maggiore è stato costruito nel 1890 dall’organaro Giovanni Mentasti di Varese per la Confraternita della Misericordia in Asti. Su interessamento del Canonico Carlo Nebbia lo strumento  nel 1914 fu acquistato da Don Achille Motta parroco di Albugnano, trasferito nell’attuale chiesa e collocato in cantoria sopra il portale d’ingresso .
          Lo  strumento,   a trasmissione meccanica,  è composto da una tastiera di 58 tasti e da una pedaliera di 27 tasti. Ha  21 registri posti su due file alla destra della tastiera con comandi a manetta.
Complessivamente l’organo  ha 789 canne.
Nel 2009  è stato restaurato dall’organaro Gustavo Anselmi di Torino
Nel novembre 2016 l’organaro Erich Bertot ha costruito la meccanica dei campanelli che completa il quadro fonico dell’organo.

Programma

Pietro Morandi¬†( 1745 ‚Äď 1815 )

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúConcerto quarto‚ÄĚ in Do maggiore

Giovanni Pelazza ( XIX secolo )

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚Äúdue versetti per flauto – cornetto e per Fagotto”

Paolo Dav√≤ ( 1938 ‚Äď

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúPri√®re a Notre Dame‚ÄĚ soprano e organo

Cesar Auguste Franck   ( 1822 -1890 )

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúPanis Angelicus‚ÄĚ mottetto per soprano, tenore e organo

Felice Moretti¬†( 1791 ‚Äď 1863 )

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúSinfonia in Do maggiore‚ÄĚ

Giovanni Pelazza

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúSonata‚ÄĚ in Sol minore e maggiore

Jean Paul Martini¬†( 1741 ‚Äď 1816 )

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúPlaisir d‚Äôamour‚ÄĚ soprano e organo

Ruggero Leoncavallo ( 1857 -1919 )

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúMattinata‚ÄĚ tenore e organo

Carlo Bodro ( XIX sec. ) soprano e organo

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúAllegro sinfonico‚ÄĚ in La minore con campanelli

Franz Schubert¬†¬†¬† ( 1797 ‚Äď 1828 )

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúAve Maria‚ÄĚ

        soprano- tenore e organo

Luigi Vecchiotti ( 1804 ‚Äď 1863 )

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ‚ÄúAllegro sinfonico‚ÄĚ

¬†Patrizia Giuliani- soprano e Enzo Rosso ‚Äď tenore, sono due coristi e solisti del Coro polifonico Santa Cecilia. Entrambi continuano il loro perfezionamento¬† con il Soprano Lidia Easley.

Il maestro Paolo  Davò , nato ad Asti, ha compiuto gli studi musicali di pianoforte,  organo, composizione , musica corale e direzione di coro, canto gregoriano, conseguendo i relativi diplomi. Ha seguito corsi internazionali di perfezionamento in clavicembalo e di interpretazione delle opere organistiche di J.S.Bach con diplomi di merito.

Ha intrapreso l’attività concertistica arrivando al significativo traguardo di 2000 concerti in veste di direttore di coro e di complessi strumentali, di concertista di pianoforte, di clavicembalo ma soprattutto di organo ricevendo unanimi consensi di pubblico e di critica qualificata.

E’ stato  Docente di organo e composizione organistica in   Conservatorio e di canto corale nell’Istituto Magistrale di Asti.

Per diversi anni ha ricoperto la carica di organista titolare della parrocchia  Mauriziana di Santa Caterina e della Collegiata di San Secondo in Asti.

La sua attivit√† di compositore annovera la pubblicazione di numerosi lavori strumentali, corali e organistici, per voci soliste nonch√© revisioni e trascrizioni anche per le Edizioni musicali ‚ÄúCarrara‚ÄĚ di Bergamo. Ha curato una serie di articoli sugli organi antichi della

Provincia di Asti, pubblicati da diversi periodici specializzati fra cui il Bollettino Ceciliano.

Ha inaugurato con concerti il restauro di pregevoli  organi in varie regioni italiane.

Il suo interesse per la produzione organistica ottocentesca italiana, lo porta a far conoscere al pubblico, durante i suoi concerti, un ricco patrimonio di musiche in stile orchestrale degne di essere rivalutate.

Si occupa delle problematiche legate al restauro di organi antichi  seguendo con competenza tutte le varie fasi di ripristino per salvaguardare la struttura originale e la fonica.

Nei suoi lunghi anni di militanza  nel mondo della musica, ha realizzato il progetto fonico per la costruzione di nuovi organi fra cui quello costruito dalla Ditta organaria Francesco Michelotto (di Padova) per la chiesa parrocchiale di Cervinia e  l’organo realizzato dalla Ditta Tamburini (di Crema) per la chiesa di Priocca d’Alba.

Nel 2004 ha stilato il progetto fonico dell’organo del Santuario Nostra Signora del Soccorso in Pietra Ligure costruito dalla Bottega organaria Fratelli Marin di Raffaele e Paolo di Genova Bolzaneto e il 30 dicembre 2006 ha tenuto il concerto d’inaugurazione

Viene spesso richiesta la sua presenza in veste di giurato a numerosi e importanti concorsi   nazionali e internazionali di musica.

E‚Äô direttore artistico di varie manifestazioni musicali, organista della Chiesa parrocchiale di San Biagio in Buttigliera, del Santuario ‚ÄúNostra Signora del Soccorso‚ÄĚ in Pietra Ligure, insegnante e direttore del Coro polifonico ‚ÄúSanta Cecilia‚ÄĚ.

Recentemente  ha composto altri brani organistici e diversi mottetti per coro a 4 voci miste e organo fra cui uno dedicato a San Giovanni Bosco nella ricorrenza del bicentenario della sua nascita, eseguito in prima esecuzione assoluta dal Coro polifonico Santa Cecilia nel concerto del 20 giugno 2015 nella chiesa parrocchiale di Castelnuovo Don Bosco.